Eventi

In questa sezione potete trovare  le notizie, i fatti e gli eventi significativi della vita del nostro Istituto

Durante l'anno scolastico 2019-2020, le classi 3 e 4 BL hanno intrapreso uno scambio epistolare con il Lycée Notre-Dame-des-Champs, a Romans, in previsione di un futuro e augurabile  gemellaggio in presenza. Nonostante la pandemia, lo scambio di lettere continua e i ragazzi si sono scambiati gli auguri di Natale con dei video.

Il 16 marzo avrà luogo un incontro virtuale con le classi francesi, gli insegnanti e il nostro Dirigente Scolastico ed il loro Proviseur.

 

International Day of Women and Girls in Science 2021: un viaggio nella ricerca in Fisica al femminile insieme alle studentesse del Liceo G.Turrisi Colonna di Catania.

In occasione della Giornata internazionale per le donne e le ragazze nella Scienza, il  Centro Siciliano di Fisica Nucleare e di Struttura della materia e la sezione INFN di Catania hanno organizzato un incontro fra le studentesse del liceo statale “G. Turrisi Colonna” di Catania e un gruppo di ricercatrici della sezione INFN e borsiste del CSFNSM. Giunta alla sesta edizione l’International Day of Women and girls in Science, istituita dalle Nazioni Unite e con il patrocinio dell’Unesco, intende  promuovere e incoraggiare la presenza femminile nella carriera scientifica e le vie di accesso e opportunità offerte alle ragazze che intraprendono studi nell’area STEM.

Si è scelto come format dell’evento un breve “viaggio al femminile” nella ricerca in Fisica a Catania. Partendo dagli studi teorici sulla materia nucleare nelle stelle di neutroni, per poi viaggiare da Catania verso l’altra parte del globo e raggiungere l’esperimento Auger, installato nella regione di Mendoza in Argentina, per studiare i raggi cosmici di altissima energia.

A fare da filo conduttore in molti degli esperimenti che vedono coinvolte le ricercatrici catanesi sono i rivelatori, piccoli occhi tecnologici che ci permettono di investigare la materia ma anche di migliorare la nostra vita quotidiana. Alcuni di questi sensori, infatti, oltre a trovare utilizzo nella ricerca di base hanno significative ricadute tecnologiche. Dall’Argentina torniamo in Europa e tappa d’obbligo è il CERN dove la presenza al femminile catanese vede un importante coinvolgimento in due dei grandi esperimenti all’acceleratore LHC, CMS, noto per la scoperta del bosone di Higgs, e ALICE, costruito per riprodurre in laboratorio la materia nucleare primordiale, e nel più piccolo LHCF che si occupa di fisica astroparticellare.

Il nostro breve viaggio dal CERN di Ginevra ci riporta a Catania per conoscere la fisica nucleare ad energie intermedie, che vede localmente una scuola di eccellenza e consolidata esperienza, e la fisica applicata. All’incontro hanno partecipato le studentesse delle classi 4D, 5D e 5B dell'indirizzo Scienze Umane accompagnate dai docenti Motta A, Leonetti P e Sapienza S. Ad accompagnare le studentesse in questo viaggio tutto al femminile sono state  le ricercatrici Fiorella Burgio, Rossella Caruso, Paola La Rocca, Sara Pirrone e Alessia Tricomi, che svolgono la loro attività di ricerca nell’ambito della Sezione INFN di Catania e le giovani borsiste del CSFNSM Alessia D’ Anna, Valentina Iacono, Martina Pace, Noemi Pino e Melissa Scalisi.

L’evento è stato trasmesso in diretta streaming sulla pagina facebook dell’INFN e collegandosi al  seguente link è possibile rivedere  l’incontro.

https://www.facebook.com/INFNCatania/videos/409246053501668

Nella sala dei ricevimenti "V. Bellini" di Palazzo degli Elefanti, Municipio della Città di Catania, domenica 2 febbraio 2020, l'orchestra sinfonica " G. Turrisi Colonna" del Liceo Statale G. Turrisi Colonna di catania, diretta dal maestro Fabio Raciti, ha eseguito un ricco repertorio di brani di V. Bellini, G. Verdi e  W.A. Mozart. Il concerto dedicata alla Santa Patrona  San Agata, ha visto la partecipazione di tantissimi cittadini catanesi, e di turisti provenienti da ogni parte per assistere ai festeggiamenti Agatini. Le foto che seguono ritraggono alcuni momenti dell'evento.

 

 

 

 

Nella sala delle scuderie del Castello Ursino si è tenuto il Concerto di Quaresima, organizzato dal Liceo Statale G. Turrisi Colonna. Per l'occasione il maestro Fabio Raciti ha eseguito il Stabat Mater di G. B. Pergolesi, eseguito dall'orchestra di archi dell'Istituto insieme al soprano Angela Curiale, al mezzosoprano Patrizia Perricone e all'organista Paolo Cipolla. Alcuni momenti dell'evento  nelle foto seguenti.

Il Turrisi Colonna è tra le pochissime scuole ad essere inserite nel programma di apprendistato di primo livello, in particolare nel catalogo dell’offerta formativa in apprendistato: “Lo scopo che ci siamo prefissati di raggiungere con il nostro liceo è quello di superare la principale critica che viene mossa alla scuola, cioè lo iato esistente tra scuola e azienda”, afferma il preside del liceo, Emanuele Rapisarda, che aggiunge: “Accorciare le distanze, pertanto, tra scuola e azienda, aiutare i ragazzi ad inserirsi nel tessuto produttivo locale. Attraverso l’apprendistato vogliamo dare delle competenze trasversali ai nostri studenti per essere così più pronti nell’accesso all’università. La scuola non può più concepirsi nel modo tradizionale, come trasmissione di contenuti, di sapere. Le competenze di saper fare devono essere attenzionate. Con l’apprendistato si permette di curvare le competenze verso le reali esigenze delle aziende operanti sul territorio”.

Sono già tanti gli accordi esistenti con le aziende partner, come Decathlon, Romano Palace, Diplomatici, Wedding Sicily, Tree srls e ItalSpazio: “Grandi aziende operanti sul territorio di cui noi siamo molto orgogliosi”, afferma Antonio Caponnetto, docente referente del progetto: “Le imprese così hanno la possibilità di conoscere, a costo zero, potenziali talenti. Gli studenti, a partire dal quarto anno, potrebbero essere già assunti, con contratto di apprendistato dalle aziende. Lo studente, comunque, anche in presenza di contratto deve comunque diplomarsi e da quel momento scattano misure tecniche per fare in modo che il giovane studente, anche se lavoratore, possa completare gli studi, condizione necessaria affinché il sistema duale possa definirsi davvero completo”.